“Nel 2016 l’1% della popolazione avrà il 50% della ricchezza mondiale”

  “Nel 2016 l’1% della popolazione avrà il 50% della ricchezza mondiale”

di Davide De Amicis 20 gennail 2015


 

 

"Vogliamo davvero - si interroga Winnie Byanyima, direttrice esecutiva di Oxfam - vivere in un mondo dove l’1% possiede più di tutti noi messi insieme? La portata della disuguaglianza è semplicemente sconcertante"


«La ricchezza detenuta dall’1% della popolazione mondiale supererà nel 2016 quella del restante 99%. Nel mondo oltre un miliardo di persone vive con meno di 1,25 dollari al giorno e 1 su 9 non ha nemmeno abbastanza da mangiare. Inoltre, sono 80 le persone più ricche del pianeta che detengono oltre il 50% della ricchezza della popolazione più povera (3,5 miliardi di persone)».

Sono questi i dati più importanti illustrati nel rapporto “Grandi disuguaglianze crescono” di Oxfam, la confederazione mondiale contro la povertà e le ingiustizie, presentato ieri: «Il fatto che questa disuguaglianza – spiega l’organizzazione - sia in continua e costante crescita, rende necessarie misure dirette a invertire la tendenza».


Winnie Byanyma, direttrice esecutiva di Oxfam

Dal rapporto, dunque, emerge che l’1% della popolazione ha visto la propria quota di ricchezza mondiale crescere dal 44% del 2009 al 48% del 2014 e che si supererà il 50% nel 2016: «Vogliamo davvero - si interroga Winnie Byanyima, direttrice esecutiva di Oxfam - vivere  in un mondo dove l’1% possiede più di tutti noi messi insieme? La portata della disuguaglianza – afferma – è semplicemente sconcertante».

Così alla vigilia del World economic forum di Davos (in programma dal 21 al 24 gennaio prissimi), Winnie Byanyima, nel ruolo di co-chair al Forum, chiederà un’azione urgente volta ad arginare questa marea crescente di disuguaglianza, partendo da una proposta di contrasto reale all’elusione fiscale delle multinazionali.